Home sweet home

Home sweet home

martedì 11 febbraio 2014

BROKEN DREAMS, BROKEN HEARTS... BROKEN ANYWAY

Il mio primo fidanzato, che mi piaceva veramente tanto,mi ha ignobilmente lasciata telefonicamente con la scusa che aveva troppo da fare tra lo studio e lo sport, spezzandomi il cuore! Dopo un pomeriggio di lacrime disperate, mi sono ripromessa che non sarebbe mai più successo...e ho cercato di farmene una ragione, ma avevo 15 anni! Oggi, a distanza di 28 anni, sento ancora parlare di pseudo adulti che si separano mettendolo sui social, e parlo di gente che ha ben più di 15 anni... che tristezza! Io la vedo in questo modo: cosa si perde realmente quando in realtà non si possiede nulla! Uno che non ha il coraggio di affrontare la realtà, guardarti in faccia e dirti come stanno le cose, è una merda! La cosa positiva è che si va avanti, il tempo passa e il dolore si mitiga! Oggi, se dovessi affrontare questo argomento con mia figlia le direi: piangi e disperati,perchè è giusto che sia così, ma sappi che uno che non ti apprezza non merita le tue lacrime.

0 commenti:

Posta un commento