Home sweet home

Home sweet home

mercoledì 10 ottobre 2012

PICCOLE CONSIDERAZIONI

Ci sono persone dalla personalità brillante e persone che non brillano nemmeno di luce riflessa!
Quando ero piccola , il mio maestro mi diceva che avevo una meravigliosa fantasia , di non perdere mai la gioia e l'entusiasmo che ci mettevo nel fare le cose e questo mi faceva sentire bene, molto bene.
Negli anni quell'entusiasmo è andato sempre più scemando, prima perchè mi sono sentita sola , poi perchè mi sentivo bloccata in una situazione che vedevo più forte di me...
Oggi mi sento forte , ma se non avessi una figlia cui dedicare le mie attenzioni sono certa che tante cose non le farei più , primo fra tutti questo lavoro che ti scava dentro come un verme che simangia la mela.
Mi sento forte anche quando penso al mio viaggio nel mondo della corsa, è una cosa fantastica mettersi alla prova di volta in volta e vedere quello che le tue gambe possono fare, ogni Km è  frutto della mia caparbietà, oltre ai mille pensieri che trovano un suo ordine naturale.
Come fare quindi a trovare una soluzione per quell'entusiasmo, quella tenacia che piano piano scivola via di giorno in giorno?
Personalmente mi trovo sempre delle piccolissime sfide da affrontare , una volta superate ricomincio con qualcosa di nuovo, almeno il tempo mi passa ... oggi non chiedo altro che farlo passare!
La domanda che sorge spontanea è la seguente: a cosa serve ingannare il tempo che passa?
A non vivere il presente!
Che vita grama.    

0 commenti:

Posta un commento